CONSORZIO PER LO SVILUPPO
DEL BASSO VERONESE IN LIQUIDAZIONE
Consorzio per lo Sviluppo del Basso Veronese
sp sp sp sp sp sp sp

NUOVE NORME PER L'ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE, COORDINAMENTO E CONTROLLO GESTIONE R.S.U.

Pubblicato il 05-03-2014
Il Consorzio per lo Sviluppo del Basso Veronese è stato individuato quale responsabile del Bacino Verona 4  con deliberazione di Giunta Regionale del Veneto n. 1752 in data 25 maggio 1999 - ai sensi dell'art. 17, 2° comma dell'elaborato A del Piano Regionale di smaltimento dei R.S.U. scarica il provvedimentoIl Consorzio ha assunto la qualifica di Autorità d’Ambito provvisoria, ai sensi della Legge Regionale Veneta 21/01/2000 n. 3 svolgendo funzioni di organizzazione, coordinamento e controllo della gestione dei rifiuti urbani.In data 31 dicembre 2012 è stata emanata la Legge Regionali N. 52 del 31 dicembre 2012 “Nuove disposizioni per l'organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani ed attuative dell'articolo 2, comma 186 bis della legge 23 dicembre 2009, n. 191 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato (Legge finanziaria 2010)" che dava la possibilità di riconoscimento di bacini territoriali di diversa dimensione, infraprovinciale o interprovinciale, in base al criterio di differenziazione territoriale e socio-economica, ai sensi dell'articolo 3 bis, comma 1, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, "Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo" convertito con modificazioni dalla legge 14 settembre 2011, n. 148 e successive modificazioni".Con nota prot. 703/2012 del 28/05/2012 il Consorzio ha trasmesso alla Regione Veneto delibera dell’Assemblea Consortile n. 168 del 28/05/2012 di proposta di individuazione del Bacino Territoriale Verona Sud, completa dell’elenco delle firme dei 40 Sindaci promotori ai sensi di quanto espresso nella L.R. 52/2012

Con deliberazione della Giunta Regionale n. 143/CR del 28 ottobre 2013, la Giunta ha deliberato l’approvazione del Bacino VRSUD.

Con successiva deliberazione della Giunta Regionale n. 13 del 21 gennaio 2014 è stata data attuazione delle disposizioni in materia di organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani riconoscendo i bacini di cui alla deliberazione di Giunta n. 143/CR del 28/10/2013.

Con L.R. n. 3 del 7/02/2014 pubblicata sul B.U.R. n. 18 del 14 febbraio 2014 sono stati abrogati i commi 2 e 3 dell’art. 3 e il comma 1 dell’art. 5 della L.R. N. 52 del 31/12/2012 nonché modificati i commi 3 e 6 dell’art. 4 e il comma 4 dell’art. 3 della L.R. 52 del 31/12/2012. Con tali modifiche è stato definito un unico ambito provinciale nell’esercizio delle funzioni di organizzazione e controllo diretto del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani attraverso i Consigli di Bacino senza tener conto di quanto deliberato dalla Giunta regionale e le esigenze del territorio.